Scritte fatte a mano, negli anni, ne vedo e ne chiedono sempre più. Questo è ottimo, adoro le scritte sui muri e trovo sempre piacere nell’osservarle, ancor più nel realizzarle. Da quando ho iniziato a utilizzare la calligrafia per realizzare graffiti, una decina di anni fa, ad applicare la calligrafia – soptattutto in corsivo – a dimensioni interne ed esterne a fini decorativi e comunicativi, a fare calligraffiti insomma, di acqua sotto i ponti n’è passata.

Scrvere sulle pareti, con pennelli e vernici, in bella scrittura, è un’attività che molti locali richiedono per personalizzare i loro ambienti, per distinguersi o anche solo per decorare utilizzando pensieri e parole. Scritte fatte a mano come elemento di design per interni ed esterni: calligrafia su insegne, lavagne, menu, bacheche; calligrafia su parete, biglietti, inviti, ringraziamenti.

Chi vuole dimostrare al cliente un’attenzione ai dettagli, fornire un’esperienza personalizzata e indimenticabile, non può oggi fare a meno della calligrafia e del lettering, non può rinunciare a scritte fatte a mano. Se fate parte di questi imprenditori illuminati, affidatevi a chi nelle e con le aziende c’ha lavorato decenni, se cercate servizi di calligrafia professionali.

Destinazione Caorle, tra Laguna e Friuli

A un anno esatto dall’ultima richiesta importante di scrittura a mano su muro, quella trasferta di calligrafia in Friuli Venezia Giulia, mi hanno chiamato dal confine tra Veneto e Friuli, da Caorle, da un hotel di lusso.
In quest’elegante struttura stavano risistemando arredi e interni, avrebbero voluto delle scritte fatte a mano sulla parete principale della hall. Una frase originale del titolare da scrivere in corsivo, in due lingue, su una grande superficie come accoglienza ai viaggiatori loro ospiti.

Ho attraversato mezza Italia, il Po, il Piave, fiume sacro della Patria. I campanili alti e sottili a bucare la pianura. Gabbiani, anatre e cormorani, aironi e fenicotteri. Acqua; fiumi, canali, argini, paludi. Pini e giunchi, pioppi e salici. E stavolta, rispetto all’ultimo viaggio in terra veneta, arretrata, sulla terraferma, ho visto anche qualche quercia.

caorle madonna angelo
Caorle, santuario della Madonna dell’Angelo

Ho raggiunto il Veneto orientale, Portogruaro e infine Caorle, città-isola, dodicimila abitanti nemmeno a marzo che si decuplicano d’estate. Un centro storico gioiello, un campanile cilindrico di mille anni affacciato su due lungomare, una chiesa a dividerli, una spiaggia da grandi numeri e relativa spianata di alberghi.

Scritte fatte a mano per la hall dell’AQA PALACE

AQA PALACE è un hotel 4 stelle superior a Caorle, a due passi dalla spiaggia e dal centro storico. La sua presenza è importante, l’insegna svetta da lontano. Gli utenti di tripadvisor lo danno come “n. 1 di 98 hotel a Caorle” e le recensioni confermano l’ottima reputazione che questa struttura vanta. Giusto per completezza, su booking 1571 recensioni (ad oggi) gli assegnano un punteggio “9,2 eccellente”.

Per la riapertura dopo la pausa invernale, a metà marzo il titolare dell’AQA mi ha chiesto di scrivere sulla parete della hall dell’hotel una frase, in corsivo italico a pennello, in italiano e inglese, per dare il benvenuto agli ospiti con personalità e sentimento. L’ispirazione l’aveva presa proprio dalla poesia di Saba che aveva trovato scritta sul muro in quell’appartamento di Trieste. Non ho contato né chilometri né coincidenze dei mezzi per partire.

Il testo da scrivere sulla parete era originale, composto dal titolare stesso; un augurio di buon viaggio con la gente che si ama. Ho trascorso diverse ore, fino a notte fonda, appeso ad altezza variabile da terra, a scrivere con un paio di affilatissimi pennelli piatti Borciani e Bonazzi e un acrilico nero ultraresinoso artigianale made in Fabriano questo testo sul muro.

Il viaggio è come la vita,
non è importante cosa scegli
ma come lo vivi.

Con le persone che ami
sarà l’avventura più bella!

Calligrafia e layout nelle scritte murali

Scritte su muro singole sono un conto, frasi sono un altro. Realizzare calligraffiti, cioè calligrafia su muro più o meno autoreferenziale, implica visioni e impostazioni molto diverse dal riportare un testo complesso su parete. In questo caso vanno considerati layout, allineamenti, distribuzioni, pesi e bilanciamenti.

Scritte fatte a mano Aqa Palace Caorle
Calligrafia murale, Aqa Palace Caorle

Trovarmi un testo di poche parole, e la sua traduzione di molte, mi ha costretto a pensare una disposizione disallineata, asimmetrica, per non appesantire uno dei quadranti a scapito degli altri. I mobili ad occupare poi lati e angoli, a lavoro finito, da considerare, un ostacolo in più a rendere ancora più interessante questo lavoro.
Già che c’ero, ho scritto a mano anche un paio di indicazioni all’ingresso, per distinguere l’entrata dell’hotel dal ristorante.

Scrittura a mano, un valore aggiunto

L’augurio è che questa opera su parete venga vista da tanta gente. Questo hotel ha scelto la scrittura su muro come valore aggiunto, un tocco di qualità artigianale, una personalizzazione scritta a mano per distinguersi nel panorama. Buona stagione all’AQA PALACE che ha appena riaperto e, se capitate in questa bella spiaggia della laguna veneta, fate un salto qui a dare uno sguardo dal vero alla mia opera. Filippo, il titolare, sarà felice di mostrarvelo.

E a parità di struttura, io sceglierei sempre quella che sa accogliermi con personalità, con originalità, con un pensiero solo per me. Lo so che potete capirmi, come so che fareste lo stesso.

Copyleft (L) Bella Scrittura 2019.
All rights reversed; by-nc-nd 3.0. Condividi con consapevolezza.