Calligrafia, Bella Scrittura. Stili e scritture

Scrivere bene è questione di passione ed esercizio

La Calligrafia è l’arte della bella scrittura, elegante e decorativa. Saper scrivere a mano, oggi che immersi nell’era digitale in molti non sanno più farlo, non è affatto anacronisctico. Scrivere a mano è importante non solo per sviluppare il pensiero associativo e non perdere una capacità antropologica da secoli connotata all’uomo, ma anche per tutelare e valorizzare un’arte che sempre più persone stanno imparando ad apprezzare come tale.

Recuperare scritture storiche come il gotico, il maiuscolo romano o il corsivo è un passo avanti nell’evoluzione dello stile della calligrafia, per creare bella grafia e recuperare la storia della scrittura occidentale. Ma la bella scrittura è anche un piacere in sé, da eseguire e da ammirare (lo sanno tutti, ormai, che anche Steve Jobs frequentò corsi di calligrafia per rendere i suoi prodotti più belli).

Calligrafia è pura manifestazione di senso estetico, sintesi di pensiero, di percezione e di bellezza. Calligrafia è l’arte di scrivere con precisione ed eleganza.

Calligrafia corsiva antica

calligrafia-corsivo-cancelleresca

Calligrafia Cancelleresca

Il primo corsivo nella storia della scrittura

La calligrafia Cancelleresca, scrittura conosciuta anche come Italico, è utilizzata a partire dal Quattrocento in Italia (Firenze, Venezia, Roma) e abbraccia tanto la calligrafia quanto la tipografia. Dalla Cancelleresca hanno avuto origine tutti i corsivi oggi in uso nei paesi occidentali, dall’Inglese allo Spencerian.

Corsiva Cancelleresca

Corsivo Inglese o Copperplate

La scrittura commerciale inglese

Nato nel Settecento, il Corsivo inglese ho ottenuto in pochi decenni grande fama, tanto che ancora si insegna in molte scuole primarie in Occidente. Anche noto come Copperplate, è una scrittura molto decorativa ed elegante, ricca di chiari e scuri, con lettere maiuscole molto elaborate che mantiene comunque un’ottima leggibilità.

Corsivo Inglese

Calligrafia corsiva moderna

scrittura-calligrafia-moderna-corsivo

American Cursive o Business Cursive

Lo standard commerciale USA

Gli inglesi che nell’Ottocento necessitavano di un metodo di scrittura veloce, commerciale, immediato e leggibile, pensarono a una soluzione per scrivere in corsivo più velocemente e con maggiore efficienza, senza lasciare quasi mai la penna dal foglio. Nacquero così l’American Business e l’American Cursive Handwriting.

American Cursive

Corsivo Spencerian, Spencerian Script

La scrittura della Libertà

Lo Spencerian è considerato lo standard americano, nato nel XIX secolo in America per mano degli esuli inglesi arrivati nel Nuovo mondo e poi sviluppatosi grazie a Sir Roger Spencer, intorno alla metà dell’Ottocento, in uno script dalle infinite possibilità decorative e creative.

Spencerian

Calligrafia gotica

carattere gotico calligrafia

Gotico Texture o Gotico Antico

La scrittura come la tessitura

Una scrittura libraria derivata dai caratteri runici e diffusasi a partire dal nord Europa tra il XIII e il XVI secolo. Scrittura ordinata e rigorosa, molto d’impatto con la sua angolosità e compattezza, con un forte equilibrio tra pieni e vuoti che in qualche modo richiama la trama di un tessuto (da cui textura).

Gotico Texture

Gotico Fraktur o Gotico Moderno

Curve e spezzate

Il Gotico Fraktur è una combinazione di tratti spessi verticali e curvi, usata tra il XVI e il XVIII secolo nel nord Europa. In Germania divenne scrittura per eccellenza tanto da essere ancora in uso nel XX secolo. Si presenta slanciato e morbido, armonico nella disposizione delle lettere e dotato di elementi arrotondati e tratti barocchi.

Fraktur

Calligrafia capitale

alfabeto latino calligrafia romana

Capitale Romana Quadrata o Elegante

Dalla Colonna Traiana al mondo

Le Capitali romane sono le lettere maiuscole dell’alfabeto latino che da millenni si tramanda identico: originata dall’alfabeto greco, la Quadrata romana fin dal VI secolo a.C. veniva usata per le iscrizioni nelle epigrafi, incisa da scalpelli nei cippi e nei monumenti, per l’elevatissima impronta di monumentalità e perfezione formale.

Capitale Romana

Scrittura maiuscola Onciale

Una maiuscola minuscola

Caratterizzata da un tratteggio semplice e regolare, l’onciale è una scrittura molto leggibile e solenne, semplice, ma allo stesso tempo maestosa ed elegante, affonda le sue radici nella Capitalis Monumentalis, la scrittura utilizzata nelle antiche epigrafi lapidarie romane, anche nel Medioevo sopravvisse nei manoscritti.

Onciale