La Bastarda ebbe un notevole successo nel XIV secolo, tra le scritture gotiche che si svilupparono a partire dalla Textura

La Bastarda è una variante francese della scrittura gotica Fraktur tedesca, nasce nel tardo XIII secolo come scrittura minore per assumere una sua personalità definita ed apprezzata nel XIV secolo e raggungere il successo nel Quattrocento e Cinquecento. Meno spigolosa e meno austera della Textura, angolosa, inclinata verso destra, è una forma mista tra questa e le grafia corsiva.
Realizzare esercizi di scrittura in gotica offre sempre, a prescindere da quale calligrafia storica si adotti, un ampio margine di improvvisazione e divertimento, per la versatilità del carattere e lo spazio che il ductus lascia alle fioriture delle lettere. Non a caso questa scrittura medievale risente dell’influenza della cancelleresca italiana.

In questo studio di inizio 2016 dedicato al gotico francese, un breve testo estratto dal Moby Dick di Herman Melville, nella tradizione di Cesare Pavese, edizione Adelphi (potete leggerlo qui su google libri), dove il capitano Achab si rivolga a Starbuck. Il testo, leggermente reinterpretato per esigenze grafiche, è stato realizzato con un capolettera di background tracciato con guazza ocra e pennello piatto Da Vinci; al di sopra ho scritto con inchiostro calligrafico Rohrer & Klingner e pennino tronco Brause; qualche dettaglio di penna al gel Muji; il tutto su carta Fabriano A4 da 90g. La forza decorativa del gotico francese minuscolo rende affascinante qualsiasi prodotto calligrafico, senza alterare l’austerità e l’armonia che contraddistinguono ogni scrittura spezzata corsiva.

Condividi questo contenuto!
Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail