L’onciale, una scrittura di compromesso tonda e pesante, origine delle nostre lettere minuscole

Scrittura dei primi testi cristiani, l’Onciale come ci è stato tramandato dai libri sacri è l’adattamento latinizzato di una scrittura greca del II Secolo, da cui traggono origine le nostre lettere minuscole.
Le parola Onciale deriva dall’aggettivo latino uncialis, “di un dodicesimo”. Il termine potrebbe essere riferito a dei caratteri grandi un dodicesimo di piede, o alla dimensione occupata dalla riga sul manoscritto (1/12) o al costo o al peso del materiale necessario a miniare una lettera in oro o in oro ed argento (un’oncia).

Originariamente scritta con una penna di volatile dalla punta tagliata obliquamente, dal III Secolo la scrittura onciale si lega alla dimensione del Cristianesimo diffondendosi in tutti i territori che facevano parte dell’Impero romano. Originata dalla Capitale corsiva, usata nei testi sacri fino al Novecento, nel corso dei secoli finisce per distaccarsi dall’aspetto librario copista degli scriptoria trasformandosi in un tipo di scrittura più manierata ed ornata, inspessendosi nei tratti ascendenti e discendenti e preparando la strada alla minuscola carolina che la sostituirà. Grazie alla sua diffusione, l’onciale si è sviluppato in diverse varianti regionali, come l’africana, la bizantina, l’italiana, l’insulare e la francese (anche nota come merovingica).

Calligrafia onciale, 2016Scrivere in questa scrittura storica oggi presenta aspetti affascinanti a livello calligrafico, permettendo di prendere in prestito elementi dalle convenzioni presenti negli scritti in corsivo, ad esempio ornamenti, tratti variabili in larghezza e occasionalmente anche caratteri inclinati.
Questo studio trae origine da un testo del gruppo napoletano Almamegretta del 1995, contenuto nell’album Sanacore: ’O Sciore Cchiù Felice . Per realizzare l’elaborato ho utilizzato pennini tronchi Brause da 3 mm e inchiostri Pelikan 4001 rosso brillante e marrone; il tutto su carta Fabriano A4 da 90g. Il risultato è un lavoro calligrafico di compromesso, con forme tondeggianti e tracciati pesanti, dal forte contrasto e dalla morbida armonia.

Condividi questo contenuto!
Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail